Questa newsletter settimanale propone un brano tratto dalle numerosi meditazioni presenti nei quaderni di Don Comelli. Se volete ricevere la newsletter, o volete segnalare le email di altri vostri conoscenti/amici che potrebbero essere interessati a riceverla, scrivete a info@doncomelli.it


8-2024

Domenica 25 febbraio
Quando ci scostiamo da questa regola, preferendo ciò che ci torna più comodo a ciò che riesce di maggior gloria di Dio cadiamo nella stoltezza! Quaggiù, all’infuori degli interessi divini, al di fuori di impegnarci come Dio vuole, tutto è stoltezza, vanità, menzogna. Perdiamo il nostro tempo e ci perdiamo. San Paolo consiglia: tutto fatte per la maggior gloria di Dio..! Allora tutto deve servire a ciò! Nella prosperità o nelle avversità, trattando realtà spirituali o profane, tutto! e tutto prende senso!
(Dio solo ci può rendere felici – XXI)

7-2024

Domenica 18 febbraio
Dobbiamo essere talmente staccati da noi stessi, dagli interessi, dai gusti, dalle inclinazioni, dai nostri progetti particolari da trovarci disposti alla rinuncia di tutto per il servizio di Dio (trattando le cose di questo mondo perché…) e per il conseguimento di quanto può essere di aiuto a cercare e trovare Dio; poiché nulla è desiderabile in se stesso se non Dio e tutto il resto non è desiderabile che in rapporto a Dio. Lavorare, faticare, sudare… per qualcosa che non conduce a Dio o non è realizzato secondo il piano di Dio è errore e illusione.
(Dio solo ci può rendere felici – XX)

6-2024

Domenica 11 febbraio
b) Una seconda eccellente maniera di cercare Dio è quella di non cercare in ogni cosa altro fine che la Gloria di Dio. Nel campo degli studi, professione, questa massima ci suggerisce di non desiderare di sapere e di fare se non ciò che tende al maggior servizio di Dio. La stessa massima vale per tutte le nostre occupazioni.
(Dio solo ci può rendere felici – XIX)

5-2024

Domenica 4 febbraio
Dio vuole concederci delle grazie speciali, vuole condurci ad un certo grado di perfezione: se noi corrispondiamo con fedeltà. Ma Dio potrebbe volerci fino a quel punto e basta! Qui ci vuole tutto il nostro coraggio e tanta fedeltà per corrispondere ai disegni di Dio, alle sue sollecitazioni per arrivare al punto di Grazia che Dio desidera. Dobbiamo aderire al programma di Dio senza recriminazioni o sogni, per il rispetto che dobbiamo avere per le disposizioni della Divina Provvidenza.
(Dio solo ci può rendere felici – XVIII)

4-2024

Domenica 28 gennaio
Perciò dobbiamo vedere tutto in Dio; fatti, avvenimenti; tutto deve glorificare Dio perché tutto è suo. A questo punto lo amiamo, lo cerchiamo. Che vuol dire?
a) Cercare Dio (il tuo volto o Signore io cerco) è non volere e non desiderare se non quanto Egli vuole e dispone con la sua Provvidenza.
(Dio solo ci può rendere felici – XVII)

3-2024

Domenica 21 gennaio
In ogni cosa si deve cercare Dio solo. Dobbiamo deciderci.
Per ben cercare Dio dobbiamo essere convinti del suo Essere sommo e infinito… e poi ce lo dobbiamo rappresentare come l’autore della natura e della grazia; poi come colui che governa e tutto sostiene e poi come il padrone sovrano che tutto dispone con la sua Provvidenza; e poi come Colui che orienta la storia, come colui che si rende presente attraverso Gesù Cristo con tutta la sua passione.
(Dio solo ci può rendere felici – XVI)

2-2024

Domenica 14 gennaio
Le tentazioni, approfittando della nostra ignoranza e della nostra debolezza, cercano di orientarci negli errori, nelle debolezze; ma è troppo urgente liberarci da tutto ciò per vivere la Sua presenza, per rimanere alla sua presenza. Felice quella persona che fa ogni sforzo per camminare alla Sua presenza ed è sempre pronta a seguire i suoi ordini. Si merita la beatitudine evangelica.
(Dio solo ci può rendere felici – XV)

1-2024

Domenica 7 gennaio
È veramente grande, felice, misericordioso quel cuore ove Dio regna. È vita d’amore e di santa libertà dei figli; vita che spinge a trovare in Dio la gioia, la pace, la giustizia, la gloria e la grandezza. Noi ci immaginiamo che quando uno si dà alla vita interiore e al raccoglimento, debba condurre una vita triste e depressa. Ma è vero il contrario… quanto maggiore è il rinnegamento di noi stessi per unirci a Dio, tanto più cresce la serenità, la felicità, l’equilibrio, la pace. Scompare la depressione; scompaiono le frustrazioni. Tutto è di Dio!
(Dio solo ci può rendere felici – XIV)

45-2023

Domenica 24 dicembre

Nella settimana del S. Natale, proponiamo un brano di una delle omelie d’Avvento presenti nel testo “In attesa di te, della tua luce, della tua pace” della collana “I quaderni di don Tarcisio Comelli”. Riprenderemo la pubblicazione settimanale della newsletter a gennaio.

Vivendo la vigilia del grande evento forse molti di noi sentono l’esigenza di raccogliersi in preghiera, in contemplazione del mistero. Abbiamo più che mai bisogno di silenzio. Con questo atteggiamento disponiamoci ad accogliere la Parola rivelata di oggi.

44-2023

Domenica 17 dicembre
Siccome Dio vuole essere in noi, nei cuori, vuole regnare nei cuori – ed è pure l’unico nostro completo appagamento, questi non devono cercare se non Lui, servire Lui, non darsi pensiero se non di piacere a Lui. È la vita interiore difesa, corroborata che fa sì che si viva di Dio, si cresca in Lui e non si viva e non si gusti se non Dio e ciò che Lui desidera.
(Dio solo ci può rendere felici – XIII)