Questa newsletter settimanale propone un brano tratto dalle numerosi meditazioni presenti nei quaderni di Don Comelli. Se volete ricevere la newsletter, o volete segnalare le email di altri vostri conoscenti/amici che potrebbero essere interessati a riceverla, scrivete a info@doncomelli.it


Newsletter 2/2021

Domenica 17 gennaio

Qualcuno può aver fatto buoni propositi di evitare, non criticare, fare atti di mortificazione…: tuttavia quando viene a trovarsi con questa o quell’altra persona, non ha più il coraggio di mantenere il suo buon proposito, per quanto preveda che proverà un vivo rammarico per tale voltafaccia. Non solo per quel motivo ma, in certe circostanze, prevale la natura, il timore, il “chissà che cosa pensano di me” ecc. e si rimane deboli, infedeli. Il rispetto umano ci blocca e rovina tutto. Ma anche Dio ritira le sue grazie per cui a poco a poco cadiamo in una grande miseria.
E ancora: tante volte, per il timore di non riuscire a portare a termine un lavoro, per la figura ecc. siamo indotti  a rifiutare un incarico che la comunità vuole darci. Si vive in apprensione per la salute e perciò ci si limita a piccole comode incombenze, senza che lo zelo o l’obbedienza possano poi impegnarci in altre più serie. Abbiamo paura di scomodarci. Questo timore ci allontana dalle penitenze corporali oppure ci persuade a risparmiarci nelle fatiche e nella pratica delle penitenze. Questo timore diventa pure la causa di tante omissioni. Dobbiamo dunque con frequenza invocare lo Spirito perché faccia scendere su di noi il grandissimo dono della fortezza!!!

(Gli altri doni dello Spirito – LXII)

Newsletter 1/2021

Domenica 10 gennaio

Il vizio contrario al dono della fortezza è la timidezza o timore umano ed una certa viltà, frutto dell’amore della propria eccellenza, dei propri comodi, che ci sono di ostacolo nelle imprese e ci spingono alla fuga di fronte alle umiliazioni e ai dolori. È veramente di grande danno nella vita spirituale i timori che il demonio provoca con il rispetto umano, la vergogna… contro i quali dobbiamo coraggiosamente resistere. È in questa luce che capiamo la caduta di grandi colonne della Chiesa lungo i secoli. Per timore: i Vescovi e al tempo di Enrico VIII. I lapsi durante le persecuzioni dei primi secoli. È incredibile il danno che il rispetto umano produce in tutti noi.

(Gli altri doni dello Spirito – LXI)

Newsletter – S. Natale 2020

S. Natale 2020

Interrompiamo la pubblicazione della meditazione sui doni dello Spirito, proponendo un passaggio di un’omelia come augurio a tutti voi di un Santo Natale!

Come diviene vera l’affermazione di Isaia: “Il popolo che camminava nelle tenebre vide una grande luce”. E oggi noi diciamo: è nato per noi il Salvatore, è nato colui che ha dato e dà senso alla mia vita, al mondo, alla storia; colui che finalmente ha scoperto il volto buono e paterno di Dio.

Newsletter 41/2020

Domenica 13 dicembre

E’ necessario pregare, chiedere al Signore il dono della fortezza per abituarsi a fare tutto il nostro dovere nonostante le ripugnanze, praticare con coraggio le mortificazioni volontarie e trovare nell’Eucaristia il sostegno necessario per affrontare tutto.

(Gli altri doni dello Spirito – LX)

Newsletter 40/2020

Domenica 6 dicembre

Quante volte la vita familiare, religiosa è un vero martirio! La conformità perfetta al Crocefisso, giorno per giorno, ora per ora, ti purifica, ti santifica, ti martirizza. Un esempio preclaro: S. Teresa del Bambin Gesù: dopo la proibizione delle grandi mortificazioni trovò, nelle piccole regole, la sua forma di santità nel dare il suo sangue, goccia a goccia, fino a morirne! Sopportare ogni giorno le avversità, con il sorriso sulle labbra, con la piena disponibilità a tutti, persone, avvenimenti… è grande santità..!

(Gli altri doni dello Spirito – LIX)

Newsletter 39/2020

Domenica 29 novembre

Effetti che produce nell’anima il dono della fortezza
5) l’eroismo nelle piccole cose. Si ha bisogno di uguale fortezza sia per soffrire in un attimo il martirio che per sopportare senza debolezze il martirio lento costituito dalla pratica eroica del dovere di ogni giorno: famiglia, ambiente… monotonia..!

(Gli altri doni dello Spirito – LVIII)

Newsletter 38/2020

Domenica 22 novembre

Effetti che produce nell’anima il dono della fortezza
3) rende coraggiosi davanti a tutti i pericoli e a tutte le proposte nemiche dell’anima. Gli apostoli timorosi… nella notte del tradimento… coraggiosi la mattina di Pasqua. Viene a loro proibito di annunciare… e riempiono Gerusalemme di Lui. Vengono battuti… e gioiscono per aver potuto soffrire… Così i martiri, i santi…
4) fa sopportare grandi prove con gioia, con il desiderio di offrire tutto, con il desiderio di soffrire eroicamente. Vi sono esperienze formidabili di sopportazione.

(Gli altri doni dello Spirito – LVII)

Newsletter 37/2020

Domenica 15 novembre

Effetti che produce nell’anima il dono della fortezza

2) distrugge completamente la tiepidezza nel servizio di Dio. La tiepidezza, che è la vera tubercolosi dell’anima, è dovuta quasi sempre alla mancanza di coraggio, fortezza, nella pratica cristiana. Siccome ad alcuni sembra troppo pesante rinunciare, andare controcorrente, lottare ecc. allora si adagiano in una vita abitudinaria e meccanica.
Allora il dono della fortezza può trascinarci fuori… è terribile la tiepidezza.

(Gli altri doni dello Spirito – LVI)

Newsletter 36/2020

Domenica 8 novembre

Effetti che produce nell’anima il dono della fortezza
1) conferisce all’anima un’irremovibile energia nella pratica delle virtù. Si sente il peso quotidiano ma pure il coraggio per continuare. Forse nessuno è riuscito a esprimere queste disposizioni interiori meglio di S. Teresa D’Avila: “Dico che si deve prendere una risoluzione ferma e decisa di non mai fermarsi se non quando non si sia raggiunta la perfezione. Avvenga quel che vuole avvenire, succeda quel che vuole succedere, mormori chi vuol mormorare, si fatichi quanto si vuol faticare: ma a costo di morire a mezza strada, scoraggiati per i molti ostacoli che si presentano, si tenda sempre alla meta, ne vada tutto il mondo”.

(Gli altri doni dello Spirito – LV)

Newsletter 35/2020

Domenica 1 novembre

Per crescere nella fortezza e nelle virtù derivate è necessario:
- chiedere incessantemente a Dio…
- prevedere le situazioni… vincerle… fuggirle…
- abbracciare tutte le avversità ogni giorno…
- guardare frequentemente Gesù nella sua passione e crocifissione
- intensificare il nostro amore per Gesù Cristo!

(Gli altri doni dello Spirito – LIV)