Questa newsletter settimanale propone un brano tratto dalle numerosi meditazioni presenti nei quaderni di Don Comelli. Se volete ricevere la newsletter, o volete segnalare le email di altri vostri conoscenti/amici che potrebbero essere interessati a riceverla, scrivete a info@doncomelli.it


Newsletter 32/2019

Domenica 27 ottobre

Illuminate da questo dono le persone riescono a scoprire diversi gradi di perfezione, che ad altri rimangono sconosciuti; scoprono gli eroismi nella pratica delle virtù; con un semplice sguardo hanno la chiara percezione se le azioni sono ispirate da Dio e conforme ai suoi disegni, avvertono subito quando si scostano, o poco o tanto, dalle vie del Signore. Vedono inoltre imperfezioni anche dove gli altri non ne scorgono e non succede ad essi di lasciarsi ingannare dai sentimenti, illusioni. Sanno trovare la parola adatta per scrupolosi ed esortare le persone fervorose e così nelle risoluzioni di casi intricati e difficili di coscienza. Se si chiede la ragione di simili risposte, non sanno rispondere nulla, perché conoscono tutto ciò senza una particolare ragione ma per una luce superiore ad ogni ragione.

(Gli altri doni dello Spirito – XII)

Newsletter 31/2019

Domenica 20 ottobre

Il dono della scienza ci fa vedere con prontezza e con certezza il modo di vivere e trattare con il prossimo in rapporto al fine soprannaturale. Un predicatore arriva a conoscere, per mezzo di questo dono ciò che deve dire e come deve insistere presso i suoi ascoltatori. Un confessore… un educatore… un genitore per orientare, sgridare! Consolare! Un politico come deve giudicare, fare le leggi; ciò che ciascuno deve fare per cooperare con Dio.

(Gli altri doni dello Spirito – XI)

Newsletter 30/2019

Domenica 13 ottobre

Il dono della scienza ci fa vedere con prontezza e con certezza l’apprezzamento che dobbiamo portare intorno alle creature e l’uso che di questo dobbiamo fare per la vita interiore e soprannaturale; e quanto siano fragili, dannose, nocive, transitorie e incapaci di darci la salvezza e la felicità.

(Gli altri doni dello Spirito – X)

Newsletter 29/2019

Domenica 6 ottobre

Il dono della scienza ci fa vedere con prontezza e con certezza lo stato della nostra anima, gli atti interni, i movimenti segreti del cuore, la loro qualità, la loro bontà e malizia, i loro principi, motivi, fini, gli effetti e le conseguenze, il loro merito e demerito.

(Gli altri doni dello Spirito – IX)

Newsletter 28/2019

Domenica 29 settembre

Il dono della scienza ci fa vedere con prontezza e con certezza tutto ciò che interessa la nostra condotta e quella degli altri; ciò che dobbiamo fare o non fare; quanto dobbiamo credere e quanto no; il giusto mezzo da tenere nella pratica della virtù; il metodo da seguire per il raggiungimento delle varie virtù; tutto ciò in linea di massima perché nelle diverse circostanze concrete sarà il dono del consiglio che prescriverà quanto sarà necessario fare o scegliere!


(Gli altri doni dello Spirito – VIII)

Newsletter 27/2019

Domenica 22 settembre

Il dono della scienza

Il dono della scienza è una partecipazione della scienza divina, è una illuminazione dello Spirito Santo che getta luce nell’anima per far conoscere le cose umane e poi portarne un giudizio sicuro sia in rapporto a Dio, sia in quanto sono oggetto di fede. Il dono della scienza è in aiuto al dono dell’intelletto. È veramente necessaria per il discernimento degli spiriti.

(Gli altri doni dello Spirito – VII)

Newsletter 26/2019

Domenica 15 settembre
La beatitudine che corrisponde al dono dell’intelletto è la purezza del cuore. Cioè beatitudine di chi è riuscito a bandire dal cuore ogni passione, i moti disordinati, gli affetti peccaminosi, errori dell’intelligenza. Si arriva anche a regolare l’immaginazione. La stroncatura di ogni pensiero inutile.

(Gli altri doni dello Spirito – VI)

Newsletter 25/2019

Domenica 8 settembre
Il vizio contrario al dono dell’intelletto è la grossolanità nei riguardi delle cose spirituali. Si aggrava ancora di più questo vizio con i peccati, con le passioni, con gli affetti disordinati. Ciò particolarmente accade con le persone che vivono in peccato mortale. Davide aveva un cuore eccellente per amare il Signore. Aveva ricevuto da Dio illuminazioni e grazie particolari. Eppure dopo il suo adulterio, dopo aver fatto uccidere Uria, visse per diversi mesi in una incomprensione del suo peccato e non gli sarebbero cadute le bende dagli occhi se Dio non gli avesse mandato il profeta Natan a renderlo consapevole del suo peccato.

(Gli altri doni dello Spirito – V)

Newsletter 24/2019

Domenica 30 giugno 2019

Il dono dell’intelletto ha grande importanza per intendere la Sacra Scrittura. Per gli educatori poi è veramente importante per scoprire nella Parola di Dio gli indirizzi concreti per educare. È necessario darsi alla lettura della Sacra Scrittura… è necessario leggere frequentemente… ritornare…

Grande è l’utilità del dono dell’intelletto anche negli avvenimenti politici perché aiuta a scoprire i disegni di Dio… pensiamo a certi disegni di Dio nell’Antico e Nuovo Testamento!

(Gli altri doni dello Spirito – IV)

Newsletter 23/2019

Domenica 23 giugno

Ciò che la fede ci propone come oggetto, è sempre più illuminato dal dono dell’intelletto e in un modo tale che sembra rendere evidente ciò che la fede insegna, nonostante il permanere delle oscurità della fede. Non accettare articoli di fede o muovere dubbi può dipendere dalla non accoglienza di questo dono!

(Gli altri doni dello Spirito – III)